SHARE

Il Nettuno comanda la serie di finale promozione del campionato di A2 per 2-0 sul Modena. E’ il verdetto dei primi due match giocati sabato allo stadio Steno Borghese di Nettuno. La squadra di Guy Trinci ha dilagato in Gara1 battendo ben 21 valide, e alla fine il finale è stato molto pesante per il Modena. 21 a 3 con Mattia Mercuri devastante nel box di battuta. Cinque su cinque, due fuoricampo, due doppi e ben 8 punti battuti a casa. In Gara2 Modena ha provato a sorprendere il Nettuno, con quattro punti nel primo attacco della partita. La squadra di Trinci è però un gruppo solido e consapevole della propria forza. In due attacchi la partita era già ribaltata e il finale diceva 7-4 per Mazzanti e compagni.

Andrea Pizziconi

Gara1

Confronto tra Andrea Pizziconi e Carlos Richetti che si apriva con tre punti del Nettuno nel primo inning. Apriva le danze un doppio di Mattia Mercuri, poi i singoli di Mazzanti e di Van Der Wijst con il sacrificio di Mineo sbloccavano il risultato.

Modena reagiva subito e nel secondo attacco pareggiava 3-3 grazie e 4 valide consecutive. A portare punti a casa erano le valide dei nettunesi Tamburrini, Lorenzo e Gianluca Scerrato. Era l’unico sussulto del Modena nel box di battuta, dal terzo inning fino al sesto, Pizziconi concedeva una sola battuta valida ed il rilievo Valerio Simone lanciava tre inning perfetti.

Il pomeriggio nettunese diventava invece una sofferenza per il monte di lancio del Modena, anche perché nel corso del secondo inning si infortunava Carlos Richetti che lasciava il mound a Paolo Taschini con il Nettuno che era tornato avanti nel punteggio sul 5-3. La valida interna di Ariel Soriano salutava l’ingresso in campo del primo rilievo del Modena a il punteggio andava sul 6-3 in favore del Nettuno.

Negli inning seguenti la squadra di Trinci dilagava con Modena che mandava sul monte di lancio anche Paltrinieri e Petralia, alla fine si contavano ben 21 valide per il Nettuno con Mattia Mercuri scatenato con due fuoricampo. Anche Ariel Soriano batteva oltre la recinsione dello Steno Borghese fissando il finale sul 19-3.

Rommel Gonzalez

Gara2

Modena sceglieva Erik Soto partente per affrontare Rommel Gonzalez, per il nicaraguanese del Nettuno l’inizio della gara era complicato con la squadra di Malagoli che partiva forte e segnava ben 4 punti. A mettere sotto pressione il partente del Nettuno erano cinque valide battute da Infante, Martone, Pompilio, Campazzi e Lorenzo Scerrato. La visita del pitching coach Claudio Scerrato era la scossa giusta per Gonzalez che dopo quel primo inning di sofferenza saliva in cattedra e per i sei inning successivi concedeva solo una valida al Modena.

L’Attacco del Nettuno ci metteva due inning per ribaltare la partita. Due punti nel secondo, con le valide di Sellaroli, Mineo e Van Der Wijst. Tre nel terzo con due doppi di Mario Trinci e Federico Giordani e il sacrificio di Alberto Mineo. Nel quarto attacco il solo homer di Peppe Mazzanti metteva fine alla partita di Erik Soto, lo rilevava Yulieki Hurtado che per 3.2 riprese concedeva solo una valida alla squadra nettunese.

Gonzalez però con la squadra in vantaggio gestiva nel migliore dei modi il match e quando Trinci chiamava dal bullpen Federico Pecci la partita arrivava fino al nono inning senza possibilità per il Modena di rimettere in discussione il risultato. Anche il rilievo di Pecci era perfetto senza concedere valide. C’era solo il tempo per il Nettuno di segnare il punto del definitivo 7-4 confezionato da Van Der Wijst e Mario Trinci.

Serie dunque sul 2-0 per la squadra nettunese e serie che si sposta a Modena dove sabato prossimo, con playball alle ore16,00, il Nettuno avrà il primo match point per conquistare la serie A1!

Foto di Roberto Capoccitti e Luciano Canale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here