SHARE

Era una serata di quelle che non si poteva sbagliare. Era una partita da giocare ancora una volta con il cuore in mano. Erano nove inning che potevano valere una stagione. Il Nettuno l’ha fatta diventare una serata da ricordare. Obiettivo raggiunto! Recitano così le pagine ufficiali della squadra nettunese pochi minuti dopo la chiusura di gara2 contro il Padova, vinta per 6-2 dal team di Guy Trinci.

Un anno fa questa squadra era alla caccia dei playoff per giocarsi il ritorno nella massima serie del baseball italiano. Era l’anno zero. L’anno che è stato fondamentale per continuare ad esistere, quando in riva al Tirreno c’era chi sperava invece nel fallimento dell’unico vero Nettuno legittimato a portare sulle proprie casacche il simbolo storico delle grandi vittorie del passato. La massima serie è comunque arrivata e da quel momento il sodalizio Città di Nettuno e Academy ha avuto un solo obiettivo, ritornare tra le grandi del baseball italiano. Posto da sempre appartenuto a questo club, per la sua storia, per il suo passato, per il suo blasone.

Oggi quel ritorno tra le grandi è stato conquistato sul campo! Il Nettuno andrà ai playoff della SerieA1 2018 in quella che si annuncia come una “Postseason Classic”, come ai vecchi tempi con Nettuno, Rimini, Bologna e Parma (manca alla matematica qualificazione dei Ducali una sola vittoria nell’ultimo turno di regular season).

LA CRONACA DI GARA 2

Il  Nettuno si qualifica ai playoff grazie all’agevole successo per 6-2 contro il Tommasin Padova. Con un occhio al risultato del derby a Serravalle, i laziali non tremano e giocano con attenzione fino alla fine. L’ottimo Marcos Frias sventa la minaccia nel primo inning con un doppio gioco, poi galoppa verso il settimo successo personale. D’altro canto, Yohan Pino non riceve supporto dall’attacco e soffre contro la pressione dei padroni di casa. I nettunesi passano in vantaggio al secondo inning con un singolo di Montiel, una base su ball a Imperiali e il fuoricampo di Mario Trinci, ancora autore di un home run importante in questa stagione regolare. La squadra allenata da Guglielmo Trinci potrebbe aumentare subito il margine negli attacchi successivi, ma deve attendere fino al quinto inning. Il duo Sellaroli-Ambrosino arriva in base con un singolo e una base su ball in serie, poi ruba la seconda e la terza base, impostando alla perfezione la situazione per Leo Rodriguez che spinge a casa entrambi i corridori con un singolo. La stessa coppia in cima al lineup dei laziali sfiora il colpo della fuga definitiva nel settimo inning, ma Rodriguez questa volta non capitalizza. Poco male per Frias che domina fino al settimo inning, subendo soltanto quattro valide. Nel frattempo due errori dei patavini (quattro in totale nella partita) nel settimo inning consentono l’entrata del sesto punto per il  Nettuno. Le ultime sei eliminazioni sono affidate ad Alessandro Ciarla e Richard Castillo. Mentre Ciarla chiude senza danni, il giocatore di passaporto spagnolo concede un paio di punti ininfluenti che non impediscono ai nettunesi di festeggiare l’accesso ai playoff.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here