SHARE
Daniel Richmond

Una prima partita d’esordio con il Nettuno da rilievo, quella di semifinale di Coppa Italia, poi per il canadese Scott Richmond è arrivata subito la prima partenza in campionato. Non una qualsiasi, ma quella dell’Opening Day.

Per il pezzo pregiato del mercato del Nettuno un momento da ricordare nella sua importante carriera:

“Onorato di aver lanciato da partente l’Opening Day – ha dichiarato Scott Richmond – la mia prima partita da partente nel campionato italiano e con uno dei club più importanti d’Europa. E’ stata una partita molto bella, sono felice nonostante siamo usciti sconfitti. Mi è piaciuto lanciare in una atmosfera molto bella, tifosi sulle tribune, tanti giovani. Sul monte di lancio mi sono divertito, ho preso ritmo e tirato molti strike per tenere sempre quello zero sul tabellone per i nostri avversari”.

Ti ha aiutato anche la difesa:

“E’ stato molto bello anche far lavorare la difesa. Abbiamo giocatori molto forti che sanno difendere molto bene come Mattia Mercuri e Andrea Sellaroli. Per me Mercuri è un grande interbase, si vede da come aggredisce la palla la difende anche con il corpo. Veramente bravo”.

1-1 con il Parma. è comunque un risultato positivo:

“Si certo anche perchè siamo all’inizio della stagione e quindi quella sconfitta non mi preoccupa. Abbiamo giocato due gare sempre con grande attenzione cercando di sfruttare le occasioni, come è accaduto in gara 2 con il fuoricampo di Rodriguez”.

WalkOff homer di Rodriguez e sei inning in no-hit di Richard Castillo, cosa è stato meglio?

“Da lanciatore dico che tenere la partita in no-hit per sei inning è molto difficile, quindi quello che ha fatto Richard Castillo è molto importante. Ovviamente Leo Rodriguez ha colto il cluth-moment e questo è altrettanto difficile”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here